Facebook

Pianeta SOS Fantacalcio

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2018/2019

PianetaTV
PIANETA SOS : Approfondimento sulle tematiche del fantacalcio
Prima fanta-tegola per Ancelotti: intervento al braccio per Meret, salta solo le prime due?

 

Avventura cominciata in maniera negativa quella di Meret al Napoli. Il portiere si è infatti sottoposto ad intervento chirurgico per una frattura al braccio. Una brutta notizia per Ancelotti che adesso deve valutare il giocatore in vista dell’inizio della stagione.

 

Intervento riuscito, ma che lo costringerà ad un mese e mezzo di stop. Il giovane portiere salterà dunque molto probabilmente le prime due giornate di campionato. Al suo posto, l’ex tecnico del Real punterà sull’altro neo-acquisto: Karnezis, acquistato per fare da chioccia al più giovane collega. In vista del prossimo fantacalcio dunque, si può comunque puntare sul giovane Meret.

NEWS FLASH SERIE A
PRIMA FANTA-TEGOLA PER ANCELOTTI: INTERVENTO AL BRACCIO PER MERET, SALTA SOLO LE PRIME DUE?
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it
15/07/2018

Quanta Serie A in finale: Perisic da urlo, Brozo cuce e Mario il bulldozer, nella Francia il gregario Matuidi

Anche il Mondiale 2018 è ormai giunto al termine, e con esso la nostra agonia, partita dopo partita, fantasticando sulle nostre ipotetiche possibilità di piazzamento in questo Mondiale così bizzarro. Difatti (gufata dopo gufata) le big sono praticamente cadute tutte anzitempo. La Germania campione uscente ha rimediato la più indecorosa figura, uscendo in un girone di qualificazione alla sua portata.

L’Argentina del criticatissimo Sampaoli, dopo essersi qualificata in extremis per una serie di risultati favorevoli e dopo prestazioni horror, ha ceduto ad una cinica e spietata Francia agli ottavi. La Spagna si è sciolta sotto il difensivismo di una modesta Russia, che non è caduta nel tranello dell’ormai obsoleto “tiki taka” ed ha portato la sfida alla lotteria dei rigori. Il Brasile, dato per favorito, è scivolato sotto la freschezza e la tecnica degli eterni incompiuti belgi, anche loro eliminati dalla forte Francia.

Per noi amanti del fantacalcio, la finale sarà l’occasione per ammirare un buon numero di nostri pupilli del presente e del passato della nostra amata Serie A.

La Croazia, in particolar modo, vede ben 6 giocatori che militano attualmente nel nostro campionato.

Il terzino Ivan Strinic ha iniziato il cammino in serie A in sordina, arrivando al Napoli dal Dnipro, club ucraino che negli ultimi anni si è fatto conoscere in Europa League. Al Napoli colleziona solo 39 presenze in due anni e mezzo, e di queste solo 26 in serie A! La società partenopea decide di lasciarlo andare, la Sampdoria lo accoglie e nonostante una discreta stagione, se lo lascia sfuggire facendo scadere il contratto: il biondo trentenne di recente ha firmato per il Milan a parametro zero. Questo Mondiale però lascia parecchi rimpianti a Samp e Napoli: titolare fisso nella Croazia, ottime giocate e recuperi difensivi, pare proprio che il Milan abbia fatto l’affare.

A centrocampo i due interisti Brozovic e Perisic. Il primo, davanti alla difesa, è stato una cerniera importante tra difesa e attacco, visione di gioco, giocate sempre intelligenti, e una costanza di rendimento che oseremmo dire “non è da lui”. La crescita di “Epic” sotto l’aspetto mentale e tattico può rivelarsi uno dei migliori acquisti dell’Inter 2018-2019. La certezza di questa Croazia è però Ivan Perisic, che ha iniziato questo Mondiale in sordina, con prestazioni anonime e da sufficienza in pagella, nulla più. Devastante contro l’Inghilterra, assist e gol per trascinare la nazionale dei Balcani ad un passo dalla storia, già conquistata comunque con l’accesso in finale (prima volta nella storia di questo giovane paese).

Altro giocatore che milita nel nostro campionato, che in questo Mondiale ha collezionato anche un gol, è Milan Badelj, attualmente svincolato in cerca di squadra: le ottime stagioni alla Fiorentina sicuramente sono un buon curriculum per questo intelligente e duttile centrocampista centrale.

In avanti abbiamo il simbolo di questa Croazia, il trascinatore, l’anima della squadra, Mario Mandzukic.

Lo juventino corre, si sbatte, rincorre gli avversari, e messo più centralmente vicino alla porta segna anche: un giocatore su cui Allegri fa sempre affidamento, spesso sottovalutato, e questo spirito di sacrificio lo rende indispensabile per la Croazia, e amato dal pubblico juventino.

Altro “italiano” è Marko Pjaca, giovane talentino di proprietà della Juve: sfortunato nel suo primo anno a Torino solo 12 presenze e poi il crack al ginocchio proprio durante una partita a marzo in nazionale. A gennaio dell’anno successivo, viene girato in prestito allo Schalke 04, dove in 7 presenze sigla ben 2 gol. Ora tornerà a casa base: il ragazzo ha talento, la sfortuna sembra alle spalle, ma la Juve, dopo poi gli ultimi acquisti altisonanti, sembra lontana almeno un altro anno. Dovrebbe andare ancora in prestito alla Fiorentina, al Mondiale sfortunatamente non ha praticamente giocato, chissà che proprio in finale non estragga il coniglio dal cilindro?

Chi sicuramente non avrà questa possibilità è Nikola Kalinic, giocatore di Fiorentina prima e Milan poi, proveniva da un annus horribilis: al Milan ha sofferto la deludente stagione della squadra e l’alternanza con il giovane Cutrone e Andrè Silva, non essendo mai decisivo e costante nelle 31 presenze collezionate, siglando solo 6 gol. Durante la prima partita del Mondiale, sul risultato di 2-0 dei biancorossi contro la Nigeria, viene chiamato in causa dal CT Dalic. Il rifiuto di entrare in campo da parte dell’attaccante, spinge l’allenatore ad allontanare il giocatore dal ritiro di Russia e ad escluderlo dalla competizione.

Come dimenticare poi il fantasista ex Inter Mateo Kovacic, che dopo due ottime stagioni e mezzo a San Siro, è stato ingaggiato dal Real Madrid. Altre due sfuggenti conoscenze del nostro calcio sono Jedvaj, passato nella Roma da giovanissimo, ma girato subito all’estero al Bayer Leverkusen, non avendo mai avuto spazio, e anche in questo mondiale non ha avuto ancora chance; caso emblematico invece quello di Ante Rebic, esterno offensivo passato alla corte della Fiorentina in sordina e scaricato come “bidone”, è rinato all’Eintracht Francoforte, e ora è valutato 50 milioni ed ha mercato tra le big europee.

I nostri odiati cugini francesi hanno un solo “italiano” tra i componenti della rosa che milita attualmente in squadre italiane: parliamo del forte centrocampista Blaise Matuidi, diventato perno della nazionale oltre che della Juventus, ha sfoggiato una prestazione meglio dell’altra in questa competizione mondiale. Anima, sacrificio, geometrie e talvolta qualche conclusione dalla distanza che ha impensierito più di una volta i portieri avversari.

Altra vecchia conoscenza del calcio italiano è l’allenatore Didier Deschamps, altro ex juventino sia come giocatore che come mister (vi ricorderete sicuramente la sua guida nell’anno della serie B post calciopoli). Altri “italiani” espatriati sono Rami, ex Milan e il polpo Paul Pogba, messo sotto contratto dalla Juventus quando fu “abbandonato” dal Manchester United, che lo ha per così dire riaccolto per circa 100 milioni qualche anno dopo!

Probabilmente neanche dopo aver letto questo articolo avremo smaltito l’arrabbiatura per la mancata qualificazione della nostra nazionale azzurra, ci rimarrà però la consapevolezza di aver portato un po’ di Italia in finale!

 

NEWS GENERICA
QUANTA SERIE A IN FINALE: PERISIC DA URLO, BROZO CUCE E MARIO IL BULLDOZER, NELLA FRANCIA IL GREGARIO MATUIDI, STRINIC LA SORPRESA
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

Effetto CR7 al fantacalcio: all-in o gestione saggia dei crediti? Quando un supercampione rompe le regole...

Lo abbiamo ammirato comandare nella Liga, lo abbiamo visto spaccare partite in campionato e in Champions, ha punito più di una volta le nostre squadre italiane in Europa, abbiamo avuto solamente la possibilità di schierarlo nel palliativo “fantamondiale”, ma è giunto il momento più atteso per i fantallenatori italiani.

Prima le solite voci di un suo addio a fine maggio, dopo aver alzato nuovamente la Champions, alle quali pochi avevano dato peso. La mente dei tifosi bianconeri è stata stuzzicata poi dall’accostamento alla Vecchia Signora: tutti noi pensavamo chiaramente al solito “fantamercato”. Figurarsi se l’uomo del momento, 15 titoli in campionati nazionali, 1 campionato Europeo con il suo Portogallo, 5 Champions League, 4 Mondiali per Club e molti altri riconoscimenti, avrebbe cambiato casacca per raggiungere l’ormai “poco attraente” campionato italiano. Poi la bomba degli ultimi giorni: CR7 vicinissimo alla Juve, rottura totale col Real Madrid, voglia di una nuova esperienza a 33 anni. Martedì 10 luglio ufficiale: il fuoriclasse di Funchal, Madeira, che ha conquistato il mondo, militerà nella Juve e nel campionato italiano, ma soprattutto, parteciperà da protagonista al fantacalcio di Serie A.

I primi botti estivi delle nostre squadre di serie A erano stati benauguranti. In primis l’Inter, che complice la conquista della qualificazione in Champions League, si è regalata De Vrij, Nainggollan, Asamoah, Lautaro Martinez e per ultimo Politano. La Roma con due top a centrocampo come Pastore e Cristante si è ulteriormente rafforzata, il Napoli con Ancelotti nuovo tecnico e il tanto atteso Verdi stava iniziando a muoversi per chiudere i tasselli mancanti, e la Juve stessa si era mossa con Emre Can e uno dei migliori terzini dell’ultimo campionato Cancelo, strappato proprio all’Inter. Ma l’acquisto di CR7 rimarrà nella storia, e la strategia per l’asta iniziale del fantacalcio subirà una cambiamento epocale.

L’atleta perfetto (perché è così che si può definire, numerosi gli aneddoti su di lui, dove cura al minimo dettaglio la sua vita privata e segue allenamenti anche al di fuori dal campo nel tempo libero) ha compiuto 33 anni a febbraio. Solitamente a quell’età, un giocatore può sembrare avvicinarsi al tramonto, ma l’impressione è che gli anni di contratto sottoscritti con la Juventus possano rimanere sugli standard madrileni.

L’asta tra amici del fantacalcio non sarà più la stessa, e la domanda che sorge spontanea a tutti: vale la pena svenarsi per CR7 oppure meglio lasciare perdere e concentrarsi su altri obiettivi?

Proviamo a fare delle considerazioni oggettive e analizziamo il perché non dovremmo farci ingolosire dal portoghese: quest’anno il solo Napoli è riuscito a tenere il passo della Juventus, e con questo colpo la squadra di Torino può veramente sbaragliare la concorrenza e chiudere il campionato il prima possibile. La paura è che una volta chiuso ipoteticamente il discorso campionato, Allegri punti forte alla tanto voluta Champions League, sfuggita di mano per piccoli dettagli e soprattutto anche per colpa di un attacco poco incisivo nei momenti chiave europei della stagione. Ciò significa turnover, e come abbiamo visto anche quest’anno in Liga, Cristiano potrebbe riposare o entrare a partita in corso.

Allegri dovrà gestire poi la coesistenza con altre punte (naturalmente una di esse, probabilmente Higuain, andrà via), e dare spazio a tutti, in quanto comunque nettamente in grado di sbaragliare le difese avversarie. Quindi CR7 potrebbe non garantire titolarità per l’intero campionato, e in un fantacalcio ad 8-10 partecipanti dove le punte scarseggiano maggiormente, occorrerà sperare di prendere gregari dimenticati e riserve, se si punta al “colpo grosso”.

Puntare tutto su un giocatore poi non sempre può andare bene, rischiando di risparmiare fino all’inverosimile per gli altri reparti, accontentandosi di difensori e centrocampisti di neopromosse e con poco appeal fantacalcistico, per fare l’all-in su CR7. Nonostante ciò, ricordiamo che il nostro fuoriclasse è umano e può incorrere in infortuni. Non glielo auguriamo assolutamente per il bene della persona e dello spettacolo che questo fuoriclasse offre a tutti noi, però la sua mancanza, visto l’ingente quantitativo di milioni che verrà investito su di lui, si potrebbe fare sentire eccome.

Però rinfreschiamo la memoria con alcune statistiche: stiamo parlando dell’arrivo di un calciatore che già dai tempi dello Sporting Lisbona a 18 anni mostrava talento e colpi di classe, prima del passaggio al Manchester United. Qui in 6 stagioni, ha raccolto 292 presenze e 118 gol, e fino a qui numeri “abbastanza normali” da attaccante, con la differenza che giocava molto più sulla fascia e più lontano dalla porta, sfruttando la sua incredibile velocità, pazzesca tecnica e la sua sbalorditiva accelerazione. Poi il trasferimento in Spagna, nella squadra più titolata al mondo, il Real Madrid, e qui i numeri sono assolutamente mostruosi: 9 stagioni, 438 partite 450 gol, frutto anche di uno spostamento più centrale e vicinanza alla porta.

Per non parlare delle 154 presenze e 84 reti in nazionale portoghese, non certo una della squadre più blasonate del mondo.

Calci di punizione e rigori naturalmente tutti compito suo, guai a chi si avvicinerà, per battere tutti i record. Poi come abbiamo ricordato prima, è un atleta modello, si allenerebbe e giocherebbe a calcio anche nel sonno, Allegri e la società lo sanno, probabilmente potrebbe essere risparmiato dal turnover, se non in pochissime occasioni strettamente necessarie, garantendo titolarità e bonus per praticamente tutto il campionato. La Juventus è una schiacciasassi negli ultimi 7 anni, e vuole continuare la sua marcia, battendo ogni record, e CR7 può portare a superare ogni limite: sarà decisivo per i vostri fantacampionati? Ci risentiamo a giugno 2019 per le sentenze!

 

NEWS GENERICA
EFFETTO CR7 AL FANTACALCIO: ALL-IN O GESTIONE SAGGIA DEI CREDITI? QUANDO UN SUPERCAMPIONE ROMPE LE REGOLE... E NON SOLO
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

L'accoppiata Meret-Karnezis non lascia ancora certezze la fantacalcio, quali i pro e i contro nell'acquistarl

Il duo Meret-Karnezis passa ufficialmente dall'Udinese al Napoli per una cifra complessiva di 27,5 milioni più 3 di bonus. Entrambi reduci da esperienze diverse, in prestito dall'Udinese rispettivamente alla Spal per Meret, e al Watford (Premier League) per il 32enne Karnezis.

 

Si è voluto coprire così il Napoli dopo aver salutato Pepe Reina, promesso sposo al Milan già da mesi. Lo aveva già annunciato De Laurentis che avrebbero sostituito l'esperto difensore spagnolo con altri due innesti, uno di esperienza (Karnezis) e un giovane promettente come Meret, che in Serie A ha giocato circa 13 partite di buonissimo livello con la maglia della Spal.

 

Non una bella notizia per i fantallenatori, che nel corso di questo pre-campionato dovranno fare le giuste valutazioni in vista dell'asta di inizio stagione. Il consiglio, quanto più scontato, è quello di provare a prenderli entrambi, ma non sarà così facile, dato che tutt'ora non si conosce il nome del titolare che avrà il compito di difendere la porta azzurra. Da una parte un ragazzo promettente, forse il più cristallino tra quelli visti nelle ultime stagioni, dall'altro un portiere esperto che però non ha mai convinto del tutto, lo dimostra il fatto che la stessa società friulana riconoscendone comunque le doti, ha preferito mandarlo in prestito altrove affidando il posto da titolare a Bizzarri (neanche questa una scelta saggia).

NEWS GENERICA
L'ACCOPPIATA MERET-KARNEZIS NON LASCIA ANCORA CERTEZZE LA FANTACALCIO, QUALI I PRO E I CONTRO NELL'ACQUISTARLI?
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

Criscito torna a casa dopo l'avventura russa: il punto sulle condizioni del terzino genoano dopo l'infortunio

Dopo l’esperienza all’estero, Domenico Criscito è tornato in Italia per vivere una nuova avventura in Serie A con la maglia del Genoa. Un’avventura che tuttavia non è cominciata nel migliore dei modi. A seguito di un incidente domestico, infatti, l’ex Zenit ha rimediato una al quinto dito del piede sinistro e si è dovuto sottoporre ad un’operazione.

 

Nella giornata di ieri il Genoa ha cominciato il proprio ritiro pre-campionato e Criscito ha voluto stare accanto alla propria squadre a bordo campo. Ancora un paio di settimane e il giocatore potrà cominciare il percorso di riabilitazione.

NEWS FLASH SERIE A
CRISCITO TORNA A CASA DOPO L'AVVENTURA RUSSA: IL PUNTO SULLE CONDIZIONI DEL TERZINO GENOANO DOPO L'INFORTUNIO
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

SCHEDA TECNICA: SVANBERG & DIJKS

MITCHEL DIJKS

Nato a Purmerend, nord Olanda, Mitchel Dijks è un difensore 25enne con esperienza in patria e in Championship. Inizia a giocare a calcio nella società sportiva della sua città, per poi passare al settore giovanile del Volendam, dove resta fino al 2011 quando viene poi acquistato dall'Ajax, dove continuerà a giocare nel settore giovanile.

Solo sei presenze in prima squadra, prima di passare in prestito all'Heerenveen la stagione successiva, dove dipusta 24 partite. L'anno seguende passa al Willem II firmando un contratto biennale, ma nel 2015 però l'Ajax decide di ricomprarlo, affidandogli la maglia da titolare per un'intera stagione, prima di essere girato in prestito al Norwich City, come già detto, in Championship.

Concluso il prestito in Inghilterra, ritorna all'Ajax disputando però solo 9 partite. Nella sessione di mercato estiva viene acquistato dal Bologna a parametro zero. Alto quasi 2 metri per 90 kg, Dijks è un terzino fisico di piede mancino, abile nel corpo a corpo ma pecca (per ovvi motivi) in velocità, anche se agevolato dalle lunghe leve.

In maglia rossoblù il calciatore potrebbe ben presto dire la sua da titolare, essendo al momento l'unico terzino sinistro di ruolo, data la partenza di Masina al Watford.

MATTIA SVANBERG

Nato a Malmo nel 1999, Svezia, Mattia Svanberg è un giovane centrocampista con esperienza in patria. Nel 2013 entra a far parte del settore giovanile del Malmo, a novembre però la sua prima presenza ufficiale in prima squadra nel match di Coppa di Svezia.

Nel maggio del 2016 disputa la sua prima partita nella massima serie Svedese, dopo aver rinnovato il suo contratto (quadriennale) a marzo. A settembre dello stesso anno la sua prima rete, nel derby contro l'Helsingborg, vittoria che sancisce matematicamente la vittoria del titolo nazionale.

Considerano uno dei migliori talenti scandinavi, in giovane età si è subito imposto in prima squadra conquistando anche il titolo in Allsvenskan. Abile negli inserimenti, data la sua agilità è capace di muoversi anche sulle fasce.

Affollata invece la concorrenza a centrocampo per il giovane svedese: con Nagy, Donsah, Dzemaili e Poli avanti secondo le gerarchie (occhio anche a Rizzo ritornato dal prestito all'Atalanta), sarà difficile per il 19enne potersi mettere in mostra sin da subito.

SOS PIANETA MARKET
SCHEDA TECNICA: SVANBERG & DIJKS
BOLOGNA DIJKS M. MERCATO SVANBERG M.

Il Bologna acquista fisico e qualità dai paesi nordici

Scritto da

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

Psicosi CR7 nella fantaleghe: sarà un'estate a colpi di rilanci nelle aste?

Uno dei giocatori più forti della storia potrebbe venire a giocare in Italia e le domande principali non sono come, quando avverrà questo trasferimento alla Juventus, ma quanti fantamilioni spenderanno i fantallenatori per aggiudicarsi Cristiano Ronaldo in fase d’asta.

 

Tattiche, consultazioni e tante preghiere in questo momento da parte dei fantallenatori. Avere in squadra un giocatore che ha vinto cinque palloni d’oro non è mica una cosa da sottovalutare. Sappiamo le sue caratteristiche, è conosciuto in tutto il mondo, ma per aggiudicarselo in fase d’asta sarà davvero difficile.

 

Tutto al momento è ipotetico, ma una delle opzioni più probabili è che i fantallenatori, ancor più degli altri anni, vorranno risparmiare più fantamilioni possibili per l’attacco. La Juve metterebbe a segno il colpo del secolo e i fantallenatori potrebbero superare il record di tutti i tempi per prezzo e prestazioni.

Però al fantacalcio tutto può succedere, le vere sorprese potrebbero essere altre.

NEWS GENERICA
PSICOSI CR7 NELLA FANTALEGHE: SARà UN'ESTATE A COLPI DI RILANCI NELLE ASTE?
JUVENTUS CRISTIANO RONALDO GOL CALCIOMERCATO FANTACALCIO

Dopo le notizie degli ultimi giorni, i fantallenatori sognano

Scritto da

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

Ghoulam si opera al ginocchio, è a rischio l'esordio nel prossimo campionato?

Una stagione davvero sfortunata quella di Ghoulam, che dopo l’infortunio rimediato durante il campionato si è nuovamente operato nei giorni scorsi al ginocchio sinistro. Intervento riuscito, ma adesso il giocatore deve cominciare la riabilitazione per recuperare.

 

Ma quando potremo rivederlo in campo? Dopo l’operazione di due giorni fa, il giocatore si sottoporrà a nuovi controlli fra quattro settimane, ma è impossibile che scenda in campo per le primissime partite di campionato. Un brutto colpo dunque sia per i fantallenatori che per Ancelotti dato che dovranno fare a meno di un giocatore davvero importante.

 

Il suo rientro è previsto per dopo la sosta di settembre. Al fantacalcio, nonostante l’esordio tardivo che avrà quest’anno in Serie A, sarà sempre tra i più richiesti. Le sue prestazioni sono sempre di alto livello.

NEWS GENERICA
GHOULAM SI OPERA AL GINOCCHIO, è A RISCHIO L'ESORDIO NEL PROSSIMO CAMPIONATO?
NAPOLI GHOULAM F. INFORTUNIO RIENTRO FANTACALCIO

Il difensore nuovamente sottoposto ad intervento

Scritto da

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

MONDIALI RUSSIA 2018

Si è ormai conclusa la prima fase a gironi di questo mondiale 2018 ed andiamo verso la fase finale ad eliminazione diretta dove si vedono di fronte le migliori sedici nazionali del mondo.
Questa prima fase è stata davvero imprevedibile con eliminazioni di squadre che fino a qualche settimana fa erano le candidate alla vittoria finale come ad esempio i campioni del mondo uscenti delle Germania che si sono visti eliminare dopo una pesante sconfitta per 2 a 0 contro la Corea del Sud.

Per gli scommettitori non è stata vita facile e non lo sarà neanche nella prossima fase ecco perché diventa importante avere un quadro completo sugli incontri e consultare i pronostici degli esperti che nell'ultimo periodo stanno inondando il web. Son parecchi i siti che propongono pronostici calcio ma solo alcuni forniscono i migliori pronostici che si possono trovare in rete perché gestiti da esperti del settore che mettono a disposizione la loro pluriennale esperienza per cercare di far vincere qualche schedina ai propri lettori. Le analisi che troviamo su questi portali tengono in considerazione tanti aspetti dai più ovvi e banali a quelli più difficili da interpretare.

Vengono sempre messe a nudo le probabili formazioni, gli infortuni e le squalifiche per vedere se ci sono defezioni o stravolgimenti di moduli per le squadre che così potrebbero essere svantaggiate anche se vengono date per favorite e poi si analizza sempre l'aspetto statistico con gli ultimi risultati, scontri diretti, goal fati e subiti e molto altro così da avere un quadro completo sull'effettivo stato di forma delle due squadre.

Una volta analizzati tutti questi dati vengono incrociati tra loro per fornire il proprio pronostico che non è altro che un consiglio di giocata che può essere condiviso oppure usato come punto di partenza per la nostra giocata.

Gli appassionanti di scommesse sportive si affidano spesso a questi portali perché trovano tutto quello che serve ad uno scommettitore prima di mettersi a giocare le proprie schedine sia dal punto di vista delle informazioni che degli strumenti come ad esempio la comparazione quote tra i diversi bookmaker oppure i risultati live degli incontri per controllare in diretta l'esito delle proprie schedine e tutto questo si traduce in maggiori possibilità di vittoria perché si elimina buona parte della componetene fortuna anche se è sempre bene dirlo anche quella non guasta mai.

NEWS GENERICA
MONDIALI RUSSIA 2018
MONDIALI RUSSIA2018 PRONOSTICI SCOMMESSE

Per gli amanti delle scommesse sportive ecco dover trovare i migliori pronostici per la fase finale

Scritto da

Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

Solo uno squillo mondiale per Mertens, i fantamister riflettono in vista dell'asta

Nonostante il Belgio sia riuscito a conquistare i quarti di finale, c’è chi non si è comunque reso protagonista al 100%: Dries Mertens. Dei dodici gol messi a segno dalla sua Nazionale, il giocatore del Napoli ne ha realizzato appena uno. Davvero poco considerando i 18 realizzati quest’anno in Serie A.

 

Proprio questo unico gol mette in ansia i fantallenatori. Il folletto belga non riuscirà ad incidere come quest’anno? Tutto dipenderà dal ruolo che gli assegnerà Ancelotti. Una cosa tuttavia è certa, l’ex tecnico del Real tende a voler utilizzare una vera prima punta e finora Mertens è stato utilizzato da falso 9.

 

Milik e Inglese saranno i favoriti per il modo di giocare di Carletto, ma nulla è perduto. Le qualità di Mertens sono innegabili, non puntarci al fantacalcio è impossibile. I bonus non mancheranno, ma potrebbero essere molti meno rispetto allo scorso anno.

NEWS GENERICA
SOLO UNO SQUILLO MONDIALE PER MERTENS, I FANTAMISTER RIFLETTONO IN VISTA DELL'ASTA
Pianeta Sos fantacalcio- APPROFONDIMENTI sulla serie A con tante risorse per i fantallenatori di fantacalcio - PianetaFantacalcio.it

pianeta news
10  Luglio 2018
29  Giugno 2018
21  Giugno 2018

© 2003 - 2018 PianetaFantacalcio.it - Tutti i diritti riservati - Fantacalcio è un marchio registrato da Quadronica s.r.l