Facebook

PIANETA MATCH REPORT: ANALISI POST-GARA

Fantacalcio - Algoritmo Biortimo per ricavare i migliori giocatori durante la stagione - Statistiche innovative per il fantacalcio - Calcio Mercato 2017/2018

PianetaTV
MATCH REPORT: ANALISI POST-GARA FANTACALCISTICA
RUBRICA MATCH REPORT
MATCH REPORT
MATCH REPORT SERIE A TRENTAQUATTRESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Inizia il bello del campionato più aperto d'Europa, tra scudetto, coppe e salvezza...

Scritto da

MATCH REPORT 34° TURNO

Spal-Roma: entra in piena zona retrocessione la Spal dopo la sconfitta con la Roma con i giallorossi che vincono senza troppi problemi con l'autogol di Vicari, che prede più tempo per terra per infortunio e riesce a "realizzare" l'autorete del vantaggio avversario, Nainggolan e finalmente Schick. Proprio il ceco è stato tra i migliori tra i suoi compagni, così come El Shaarawy e Strootman. Benissimo ancora una volta Pellegrini. Peres più propositvo, entra bene Perotti. Per i padroni di casa il migliore è ancora Meret che prende ciò che può, per il resto male anche Cionek e come sempre Kurtic. Meglio Everton Luiz ed Antenucci.

 

Sassuolo-Fiorentina: ancora Politano a fare impazzire i suoi tifosi e i difensori avversari con un gol bellissimo che tira finalmente fuori il Sassuolo dalla lotta salvezza. Bene tutta la difesa con Acerbi e Peluso su tutti, così come Rogerio. Magnanelli fa tanta legna mentre Missiroli imposta per gli attaccanti, male invece Berardi. Per la Fiorentina tanta confusione con Veretout l'unico a salvare la faccia, poi per il resto gli errori di Milenkovic, Laurini e Benassi hanno condizionato la gara contro i viola, soprattutto l'espulsione di Dabo che rimane i suoi in 10. Sfrutta male l'occasione anche Falcinelli, mai pericoloso.

 

Milan-Benevento: addio sogno Champions per il Milan, addio Benevento in Serie A, ma lo fa nei migliori dei modi, vincendo alla scala del calcio, con un gol di Iemmello. Puggioni para di tutto, Tosca e Djimsiti sono un muro, Viola stavolta fa assist e non commette errori, Iemmello freddo, Sandro e Cataldi preziosi. L'unica nota negativa è l'espulsione di Diabatè. Soliti problemi in attacco per il Milan che con Kalinic, Cutrone e Silva non riesce a metterla dentro. Male anche Borini e Rodriguez, Biglia imposta male. Suso e Zapata provano a salvare i compagni inutilmente.

 

Cagliari-Bologna: doveva essere l'occasione per il Cagliari per conquistare tre punti d'oro per la salvezza, visto che adesso inizia un ciclo di ferro. Regge bene la difesa con Ceppitelli e Pisacane, mentre gli errori di Cigarini, Barella e Ionita portano ai pochi palloni serviti a Pavoletti e Sau che comunque gioca bene arretrando parecchio la sua posizione. Anche per il Bologna buone prestazione dietro con Mbaye piacevole sorpresa. Mirante compie un paio di miracoli, Poli fa sempre il suo, troppo poco da Orsolini e Verdi.

 

Atalanta-Torino: domina l'Atalanta che però per poco non rischiava la beffa con il gol di Ljajic. Per Gasperini la miglior Dea della stagione con tutta la difesa che merita un bel 7, così come il centrocampo, De Roon e il solito Freuler su tutti e Barrow che ormai sta mostando di essere già un fenomeno. Gomez bene, ma stavolta senza bonus. Per il Toro altra sconfitta col solito Gallo inesistente in campo, si salva il serbo Ljajic, consì come Edera e Sirigu con le sue parate. Male per una volta N'Koulou e Burdisso, a centrocampo Rincon ed Acquah saltati spesso.

 

Chievo Verona-Inter: vince ancora l'Inter sempre con i loro due a segno: Icardi e Perisic, ormai gemelli del gol. Per la squadra di Spalletti non sorprende più Brozovic in formato Epic o Karamoh che regala sempre più fantasia. Rafinha inventa e spreca, Valero rallenta tutto, dietro qualche indecisione di Skriniare e Cancelo, riparate da Handanovic. Prova a riaprirla Stepinski col suo gol, che entra e fa meglio di Inglese. Bene al suo ingresso anche Birsa con il suo assist, così Giaccherini con la sua corsa, sufficiente anche Castro e Cacciatore. Sorrentino incolpevole sui gol.

 

Lazio-Sampdoria: stavince la Lazio, contro una piccola Samp, mai veramente in partita. Decivo sono le zuccate di De Vrij e Milinkovic, senza dimenticare la solita doppietta di Ciro Immobile sempre più capocannoniere del campionato. Bene anche Anderson e Radu decisivi con due assist vincenti, così come Nani. Leiva sempre prezioso, Caceres e Lulic ci provano sempre. Per la Samp poche colpe per Viviano, mentre Strinic e Ferrari dormono sui gol. Barreto si salva, Ramire e Torriera no. Quagliarella entra tardi, Zapata e Caprari non s'intendono.

 

Udinese-Crotone: perde ancora l'Udinese, col solito copione, vantaggio straordinario di Lasagna e rimonta degli avversari in questo caso il Crotone. Come al solito colpevole sui gol è Samir con la complicità di Widmer, meglio di loro in fase di spinta Larsen e Zampano. Barak sufficiente, Lopez non va oltre l'assist, Fofana tra luci ed ombre. Per il Crotone ci pensa il soltio Simy e Faraoni a far superare la Spal con due gol importanti e comunque complicati. Bene Nalini con un grande assist, così come Barberis e Mandragora. Trotta fa tanto buon lavoro e conquista un buon voto.

 

Juventus-Napoli: scontro diretto che riapre il campionato con la zuccata di Koulibaly e disegna di azzurro lo Stadium. Per la Juve poco o nulla da salvare se non una buona fase difensiva, che poteva portare al pari e trequarti di scudetto. Tantissime insufficienze per Allegri e i suoi uomini, con Pjanic unico a salvarsi, mentre Higuain, Dybala e Khedira in campo sono inesistenti. Howedes e Lichtsteiner sbagliano tanto, Benatia ancora distratto nel finale sul gol partenopeo. Per il Napoli ottima gara, che porta la Juve a chiudersi. Difesa perfetta, mai superata da Costa con Hysaj che lo chiude sempre. A centrocampo Hamsik pericoloso, Jorginho imposta bene, mentre oltre ad un Mertens troppo sottotone, Insigne e Callejon mostrano la solita buona intesa.

 

Genoa-Hellas Verona: finalmente salvo anche il Genoa che con un netto 3-1 batte l'Hellas ormai veramente nei guai. Parte forte il Grifone con la botta da fuori di Medeiros, Bessa segna il secondo gol consecutivo, inguaiando i suoi ex compagni, mentre Pandev si regala la standing ovation con un gol alla "Totti". Zukanovic commete il solito errorino, bene Lazovi e Laxalt. Come al solito l'unico a salvare la faccia e il solito Romulo, con la prestazione condita anche dal gol dal dischetto, per il resto prove inguardabili di Fares, Souprayen e Matos.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
24/04/2018

MATCH REPORT SERIE A TRENTUNESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Inter e l'Icardi-dipendenza, le riserve della Roma e quelle del Napoli...

Scritto da

MATCH REPORT 31° TURNO

Benevento-Juventus: grande sfida in terra campana tra la capolista e gli ultimi in classiffica anche se tutto sembra, tranne che il Benevento abbia solo 13 punti in classifica contro la Juve. Decisiva e fondamentale per i bianconeri e la tripletta di Dybala che prima con una magia e poi con due tiri dal dischetto risolve una gara chiusa dal gol di Costa, altra perla. Difesa abbastanza attenta, eccezion fatta per Rugani. Male Cuadrado, Pjanic e Marchisio, Higuain entra bene. Poteva essere l'uomo della settimana ma deve accontentarsi della doppietta la punta Diabate. Bene anche Sandro e Djuricic, Viola il solito pasticcione in area, Puggioni può poco o nulla.

 

Roma-Fiorentina: sesta gioia consecutiva per la Viola che vince con Benassi e Simeone che mettono ko la Roma. Si ta rivedendo un ottimo Saponara tra le linee, malino invece Eysseric. Veretout e Dabo fanno tanta legna in mezzo, Pezzella giganteggia dietro. Sportiello male negli interventi ma comunque utili per la vittoria. Sciupa tanto la Roma con Dzeko che fa reparto da solo, Nainggolan che sbaglia un rigore in movimento e Schick che colpisce la traversa. Peres e Manolas troppo molli. Strootman ci prova, Gonalons inguardabile.

 

Spal-Atalanta: pari importante per la Spal, un po' meno per la Dea che domina ma pareggia solo grazie ad un rigore. Per i padroni di gara importante il gol di Cionek sulla solita punizione di Viviani, che quando calcia fa paura, infatti ha colpito l'ennesimo legno stagionale. Benissimo Felipe e Lazzari nei propri ruoli, un po' sottotono Antenucci, Grassi solo sufficiente. De Roon freddo dal dischetto e per poco non raddoppiava nel finale, Gomez molto meglio rispetto le ultime uscite, male invece Freuler e Petagna. Barrow entra bene, Berisha ne stava per combinare un grande errore.

 

Sampdoria-Genoa: derby con poche emozioni a Marassi con un sciatto 0 a 0, con i portieri poco impegnati. Qualche pericolo in più lo creano i padroni di casa che ci provano un Caprari molto ispirato ma poco preciso e Torreira che da fuori fa sempre paura. Bene Praet e Ferrari, Zapata fa tanto lavoro per la squadra. Perin comunque preciso nei pochi interventi, Lapadula fa tanto lavoro con pochi risultati, molto meglio Pandev e Laxalt. Spolli e Zukanovic attenti, sufficiente pure Bertolacci.

 

Torino-Inter: vittoria di prestigio per il Toro che batte l'Inter soffrendo tantissimo, ringraziando soprattutto Ljajic e Sirigu. Benissimo anche N'Koulou che salva sulla linea e De Silvestri che come un treno macina km sulla fascia. Iago molto polemico, Belotti prezioso per la squadra, Obi ottimo. Per l'Inter continua il digiuno di Icardi che si fa fermare un paio di volte, Perisic e Valero malissimo, Candreva tra i pochi a provarci con Cancelo. Karamoh ci prova ma nn incide.

 

Hellas-Verona-Cagliari: vittoria fondamentale per la squadra di Pecchia, che salva la sua panchina, con il rigore di Romulo. Bene Zuculini e Fares che fa ammattire la difesa sarda, così come non è stato male Cerci. Nicolas si trasforma in eroe e para di tutto, difesa attenta con Souprayen unico neo. Pavoletti il più pericoloso ma allo stesso tempo spreca tanto, così come Cragno bravo un molte occassioni, rigore compreso che però non riesce a bloccare. Padoin ed Ionita si fanno superare troppo facilmente, Sau mai in partita, Faragò sbaglia il gol del pari.

 

Crotone-Bologna: vince e spera il Crotone col gol di Simy che batte Mirante dopo un gran pallone di Stoian. I due giocatori offensivi confezionano il gol vittoria, ma è da sottolineare anche la prestazione di sacrificio di Trotta sulla fascia. Faraoni e Martella sfondano sulle loro corsie, Ricci spreca, bene Barberis. Per gli uomini di Donadoni l'unico a provarci e Verdi con le sue punizioni, oltre a Palacio e Masina che ci prova ad impensierire Cordaz. Torosidis inguardabile. Mirante salva la faccia, Pulgar e Donsah malissimo.

 

Napoli-Chievo Verona: impresa del Napoli che in due minuti ribalta una partita che sembrava stregata con Milik e Diawara che oltre il 90' fanno ancora continuare nello scudetto. Malino stavolta la difesa di Sarri anche se Tonelli è sempre un buon giocatore e pericoloso sui corner. Allan e Hamsik poco incisivi così come Callejon e Mertens che sbaglia anche un rigore. Bene invece Insigne nervoso ma sempre decisivo. Quindi non basta un Sorrentino paratutto, anche dal dischetto, anche se in avanti uno scatenato Giaccherini ne approfitta di un errore dei suoi ex compagni e serve Stepinski per il momentaneo vantaggio del Chievo. Depaoli sbaglia di tutto in difesa, meglio di lui Gobbi.

 

Udinese-Lazio: bella gara tra Lazio ed Udinese con gli ospiti che conquistano i tre punti e si lanciano in piena lotta Champions ad una settimana dal derby decisivo. Così come è stato decisivo Immobile con gol ed assist per L.Alberto. Basta corre tanto, Leiva benissimo in mezzo, Anderson crea fantasia mentre Milinkovic e un po' sottotono. Lasagna sempre micidiale sotto porta, sfruttando al meglio l'assist di Larsen. De Paul entra ma non incide male anche Nuyntick.

 

Milan-Sassuolo: pari inutile per il Milan, importante per il Sassuolo che passa in vantaggio con Politano ma prima e dopo c'è il Consigli Show che para di tutto, su Kessiè, Calhanoglu, Suso ma soprattutto Bonaventura. Decisivo Kalinic con la sua girata, Bonucci nervoso, Donnarumma luci ed ombre. Per il Sassuolo oltre al pigliatutto Consigli, bene Ragusa e Sensi, così come il ritrovato Acerbi che dietro giganteggia.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
09/04/2018

MATCH REPORT FANTACALCIO SERIE A

Sorpasso Juve, Milan e Lazio si salvano nel finale, giù si muove qualcosa...

Scritto da

MATCH REPORT 28° TURNO

Roma-Torino: vince la Roma con un secco 3-0 con i gol di Manolas, De Rossi e Pellegrini. Ad aprire le marcature è il centrale greco su un cross di Florenzi, molto ispirato, mentre gli altri assist sono del belga Nainggolan, ben due per i gol di De Rossi che segna con tanta commozione e Pellegrini appena entrato in contropiede. Ancora una volta è però Alisson decisivo con i suoi interventi, soprattutto su Iago Falque, ex della gara. Bene Acquah e N'Koulou, con Belotti ancora sotto tono.

 

Hellas Verona-Chievo Verona: il derby alla squadra di Pecchia che vince con un gol di Caracciolo e fa respirare i suoi in classifica, inguaiando così il Chievo. Così come all'andata decisivo anche Verde con l'assist vincente, mentre Matos un po' più spento. Buona gara per Felicioli e Buchel. Per il Chievo tante note negative con Bani e Dainelli tra i pochi a salvarsi, al contrario di Birsa ed Inglese toccano pochi palloni, anche se fanno peggio Hetemaj e Cacciatori dietro.

 

Fiorentina-Benevento: in un Franchi distrutto ancora dal dolore, che passa dai tifosi ai giocatori, dov'è ancora aperta la ferita per la perdita di Astori, c'è una vittoria da dedicare a Davide e sarà proprio il suo sostituto a decidere il match con un colpo di testa, Victor Hugo. Per il resto in una gara così commovente, non c'è stata tanta cattiveria o gioco sul terreno viola, ma tutti i giocatori della Fiorentina meritano un voto alto per il coraggio che hanno trovato nel scendere in campo. Il Benevento ha dovuto affrontare una squadra afflitta ma ha giocato con rispetto cercando di otenere qualcosina, con Brignola e Lomabardi mentre Puggioni limita i danni tra i pali.

 

Bologna-Atalanta: vince ancora in trasferta l'Atalanta con un gol di De Roon, ancora una volta decisivo, su assist di Ilicic. Per gli uomini di Gasperini buona gara per Spinazzola e Petagna che corrono tanto per la squadra e creano azioni pericolose. Bene anche Masiello e Palomino, con Gomez invece che è irriconoscibile. Per il Bologna male difesa e centrocampo con Romagnoli e Krafth, meglio di loro Helander. Pulgar ritorna a commettere i soliti errori, Avenatti male nell'esordio, Di Francesco più ispirato.

 

Cagliari-Lazio: pari pieno di spettacolo tra i sardi e i laziali salvati nel finale dal solito Ciro Immobile. Qualche rimpianto per la squadra di Lopez che passa in vantaggio due volte, prima con Pavoletti dopo la traversa di Han e poi con Barella, freddo dal dischetto. Miangue corre tanto e crea buone occassioni, così come Padoin, male Cragno sul secondo gol, Deiola troppo frettoloso. Strakosha prova l'intervento miracoloso sul primo gol ma non può nulla sulla ribattuta, L.Felipe stavolta gioca malissimo, meglio l'esperienza di De Vrij. Leiva e Lulic soliti combattente, Immobile inventa, Anderson come al solito decisivo.

 

Crotone-Sampdoria: vittoria soprendente da parte del Crotone con un Trotta scatenato che segna una doppietta e sciupa la tripletta dal dischetto. Oltre all'ex Avellino, grande stato di forma per Stoian il primo a mettere dentro la ribattuta di Viviano. Benissimo in mezzo Benali e Mandragora, mentre Ceccherini si trasforma in uomo assist. Ottimi Nalini e e Simy. Zapata per la Samp è l'unico a salvarsi con un altro gol da subentrato con il resto della squadra che gioca malissimo, su tutti Ramirez, mentre Murru e Barreto cercano di salvare la faccia.

 

Juventus-Udinese: sorpasso per la Juve con un Dybala in forma straordinaria con una doppietta pazzesca, prima su punizione e poi su azione, regalando anche un rigore a Higuain. De Sciglio molto propositivo, così come Marchisio e Costa, Khedira meno brillante. Higuain sbaglia troppo ma si fa perdonare, Mandzukic entra bene. Bizzarri para il rigore e cerca di tenere inutilmente a galla i suoi, Angella come al solito inguardabile. Perica poco reattivo, Behrami e De Paul sufficienti.

 

Sassuolo-Spal: pari per le due squadre in lotta per la salvezza con il Sassuolo che spreca con Politano, dagli 11 metri, dopo i gol di Antenucci e Babacar. Per i padroni di casa benissimo Ragusa e l'ex viola con Lirola come al solito propositivo. Magnanelli tanta legna in mezzo al campo, Matri entra bene. Meret tiene in galla i suoi con le sue parate, Schiattarella imposta benissimo in mezzo al campo con il capitano in avanti sempre più decisivo. Male stavolta Paloschi, con Kurtic di male in peggio. Bene Felipe.

 

Genoa-Milan: primo gol del portoghese A.Silva con la maglia del Milan che regala tre punti pesantissimi a Gattuso per la lotta Champions. Per gli uomini di Ballardini buone risposte da parte del solito Perin e Spolli in difesa. Laxalt macina tanti km sulla sua corsia, Pandev meno incisivo, con Zukanovic colpevole sul gol. Solite granddi prestazioni di Romagnoli e Suso, Kalinic può fare meglio. Rodriguez spinge tanto, Kessiè un muro, Biglia non preciso.

 

Inter-Napoli: pari tra Napoli ed Inter tra due difese molto attente con Koulibaly e Skriniar strepitosi nelle chiusure con l'interista che colpisce anche un palo di testa. Cancelo corre tanto e fa il giocoliere, Gagliardini sorprende, Icardi poco servito. Per gli azzurri Hamsik inizia bene poi si perde, Insigne spreca con Mertens che ogni tanto salta i difensori avversari.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
12/03/2018

MATCH REPORT SERIE A VENTICINQUESIMA GIORNATA FANTACALCIO

In vetta non si cambia, mentre salgono di quota Roma, Lazio e Milan. Attenzione al Benevento...

Scritto da

MATCH REPORT 25° TURNO

Udinese-Roma: vince ancora la Roma, grazie ai due uomini migliori ovvero Alisson che mostra una freddezza unica col pallone tra i piedi e tra i pali, mentre l'altro giocatore decisivo è Under vera e propria rivelazione di quest'anno con il quinto gol stagionale. Bene anche Nainggolan autore di un assist e J.Jesus. Perotti ritrova il gol, male El Shaarawy e Dzeko. Per l'Udinese quelli che ci provano di più solo Barak e De Paul ma senza successo, mentre Behrami fa buona guardi. Danilo gigante ,peccato per gli errori di Samir dietro e Perica in avanti.

 

Chievo Verona-Cagliari: tanto Napoli in questa gara con i gol di due ex azzurri, Giaccherini e Pavoletti e poi la rete del prossimo giocatore di Sarri, Inglese. Torna quindi a sorridere Maran che ringrazia anche le parate di Sorrentino e una difesa sufficiente, male ancora Birsa. Non basta invece a Lopez il gol del Pavoloso che dimezza soltanto lo svantaggio, ma le sciagure di Andreolli non salvano di certo Cragno dagli avversari. Han ancora acerbo per la A, Barella sempre in malus, meglio Padoin.

 

Genoa-Inter: vince sorprendentemente il Grifone con le reti dell'ex Pandev e l'autogol di Ranocchia. Per i padroni di casa grande prova del macedone, così come quella di Spolli dietro e Bertolacci in mezzo al campo. Deciviso anche l'altro ex Laxalt col suo tiro-cross per Pandev. Rossettini in ripresa, Omeoga entra benissimo. Tante insufficienze per Spalletti , partendo dal trio Handanovic, Skriniar e Ranocchia, quest'ultimo capo espiatoio di un autogol molto buffo. Male tutta la mediana, Valero compreso, Cancelo l'inico a salvarsi, inutile l'ingresso di Rafinha.

 

Torino-Juventus: derby ai bianconeri, come spesso succede negli ultimi anni, con Alex Sandro decisivo per la vittoria finale. Così come è stato decisivo Bernardeschi con la sua caparbietà e l'assist. Bena anche la difesa con Rugani, Chiellini ed Asamoah in grande spolvero. A centrocampo qualche difficoltà per Khedira con Costa invece meno straripante del solito. Per il Toro qualche rimpianto con Belotti che non sfonda, meglio di lui Niang. Attenti N'Koulou e De Silvestri, che però sul gol poteva fare meglio. Obi più che sufficiente.

 

Benevento-Crotone: chissà che non sia iniziata un'altra favola importante in questa Serie A con il Benevento che pian piano sta guadagnando qualche punto importante, soprattutto contro la quartultima della classifica: proprio il Crotone. Decisivo il gol di Diabate che dopo il 90° regala i tre punti ai suoi. Fondamentali anche i gol di Sandro prima e Viola poi, abbinati alla grande prova difensiva di Djimsiti e Brignola avanti. Poche notizie positive per Zenga che oltre al gol di Crociata e Benali, i prima con la nuova maglia, vede una squadra molla, con Cordaz non perfetto tra i pali, molto meglio quando parte palla piede, così come Ricci e Ceccherini, irriconoscibili. Bene solo Nalini.

 

Bologna-Sassuolo: il derby emiliano va al Bologna, vittorioso grazie alla super punizione di Pulgar nel finale e il gol di Poli che aveva portato in vantaggio i suoi. Decisivo con i suoi interventi anche Mirante tra i pali, Krafth come al solito tra i peggiori. Falletti non esordisce al meglio, migliore di lui Destro. Non basta il primo gol di Babacar con la nuova maglia a salvare la gara, visti gli errori di Goldaniga e Duncan. Berardi più propositivo del solito, così come Politano. Consigli attento, così come Acerbi ma ciò con basta.

 

Napoli-Spal: vince ancora il Napoli, sempre spettacolare ma non cinico, eccezion fatta per Allan che sotto porta dopo una grande azione porta i suoi in vantaggio. Koulibaly è muro e si spinge anche avanti con un tiro pericolo. Hamsik prima esulta poi la beffa, Callejon prezioso, Hysaj dappertutto. Bene Meret al San Paolo, così come Lazzari. Grassi meno acerbo del solito, malissimo Dramè.

 

Atalanta-Fiorentina: pari tra Atalanta e Fiorentina con Petagna che risponde a Badelj che illude Pioli. Per la squadra di Gasperini, Gomez si riscopre uomo assist con Ilicic che etra troppo tardi. Gosens fa bella figura, così come Mancini al contrario di Cristante. Qualche buona risposta anche per la Viola con Veretout e Badelj genorosissimi in mezzo e prezziosi, Astori non sbaglia quasi nulla, Simeone stanco. Chiesa e Gil Dias sotto tono.

 

Milan-Sampdoria: vince ancora il Milan col gol di Bonaventura dopo un azione magistrale per i rossoneri che ripartono in campionato riacciuffando proprio la Samp. Benissimo Calabria in fase di spinta, così come Romagnoli. Rodriguez sbaglia il penalty, Biglia in mezzo in sbaglia nulla, così com'è perfetto Calhanoglu con Suso, Cutrone meno brillante. Tra i pochi a brillare c'è Viviano, pararigori di questa stagione. Benino Silvestre e Ferrari, per il resto tante issufficienza, soprattutto per Ramirez, Zapata, Torreira e stavolta anche per Quagliarella.

 

Lazio-Hellas Verona: torna a segnare Immobile e la Lazio torna a brillare, con L.Alberto che accende la luce con il solito assist. Milinkovic torna "normale", molto meglio Parolo e Lulic, stavolta mezzala. De Vrij gioca bene ma lancia la notizia del suo saluto, bene anche il veterano Radu. Per Pecchia, tra i pochi a salvarsi è il solito Romulo con una sufficienza. Matos non riesce a spaccare la gara, molto male Valoti e Vukovic.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
21/02/2018

MATCH REPORT SERIE A VENTITREESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Tutti gli spunti fantacalcistici della 23.a giornata di A

Scritto da

MATCH REPORT 23° TURNO

Sampdoria-Torino: 1-1 che non accontenta nessuno a Marassi con le due squadre che hanno grosse occasioni per vincere la gara ma sprecano malamente. La squadra di casa passa in vantaggio con un gol furbo di Torreira che beffa Sirigu, poi occassioni importanti per Zapata e Quagliarella non ci sono quindi spazio a Kownacki. La difesa resiste, bene anche Viviano, ottimo l'ingresso di Verre. Pure il Toro un gol fortunato con Acquah che sfrutta una deviazione, però poi dopo viene espulso. Naing spreca, Iago prova ad inventare, così come il Gallo che però sciupa tanta di fronta al portiere avversario. N'Koulou elegante, Ansaldi e Rincon sempre presenti.

 

Inter-Crotone: non sanno più vincere gli uomini di Spalletti che contro l'ottima squadra di Zenga pareggia. Per i padroni di casa senza Icardi, ci pensa Eder a portare in vantaggio i suoi. L'italo-brasiliano è tra le poco liete dell'Inter, così come il neo-acquisto Rafinha che entra e mette in campo tante buone cose. Malissimi invece Vecino e Perisic che sembrano molto stanchi, Brozovic oltre all'assist fa poco o nulla. Miranda in ripresa. Ottimo il Crotone a San Siro che pareggia con Barberis, anche se è da sottolineare la gara di Mandragora e Capuano. Molto bene anche Nalini e Benali, così come Trotta che fa reparto da solo. Da rivedere Faraoni e Martella. 

 

Hellas Verona-Roma: dopo più di 40 giorni ritorna alla vittoria la Roma con il gol di Under che al primo minuto sblocca la gara. Dzeko si divora l'impossibile, così come Strootman. Ingenuo Pellegrini che con un brutto fallo si fa espellere. Dietro attento Fazio, Florenzi più propositivo. Per l'Hellas Nicolas fa il bello e il cattivo tempo prima commettendo qualche errore poi rimedia. Caracciolo prova a salvare la faccia, male invece il centrocampo così come Petkovic mai pericoloso.

 

Atalanta-Chievo Verona: vince l'Atalanta dominando il Chievo ma non concretizza in avanti e soltanto un gol molto dubbio di Mancini risolve il match. Per i padroni di casa ottima come al solito la gara di Ilicic e De Roon più propositivo del solito, mentre Cristante spreca tanto. Freuler propositivo bene sempre Maiello. Sorrentino tiene in vita la sua squadra parando di tutto, benissimo anche Bani d'avanti a lui. Depaoli propositivo. Si rivede Inglese, Radovanovic come al solito fa tanta legna, male Gamberini.

 

Juventus-Sassuolo: stravince la Juve contro un Sassuolo mai veramente in partita. Inutile sottolineare la prestazione di Higuain autore di una tripletta che chiude definitivamente la gara, così come la doppietta di Khedira, quest'anno letale sottoporta. Pjanic inventa e si toglia la gioia del gol. Stesso discorso per A.Sandro in riprea. Bene anche Benatia e Buffon, Rugani sfortunato. Per il Sassuolo nessun voto positivo con Consigli che si gira ben sette volte per togliere il pallone dalla porta, Lemos inguardabile su ben 6 dei 7 gol subiti. Male Peluso e Duncan, Politano l'unico che prova a smuovere la situazione.

 

Bologna-Fiorentina: vittoria per la Viola che passa con un gol bellissimo di Chiesa anche se precedentemente ci sono stati due gol direttamente da calcio d'angolo. I padroni di casa provano ad riaprire il match con il pari di Pulgar dalla bandierina. Dzemaili e Destro i più pericolosi con Orsolini che entra e crea pericoli al contrario di Palacio. Donsah e Helander sbagliano tanto. Per gli ospiti buono l'errore di Mirante sull'angolo di Veretout. Astori finalmente riconoscibile, con Gil Dias che si trova bene con Chiesa, male invece Simeone. Esordio buone per Milenkovic.

 

Cagliari-Spal: buona vittoria per il Cagliari che passa con le reti di Cigarini e Sau. Il primo è in un gran momento di forma il secondo cerca la ripresa per il finale di stagione. Cragno compie buoni interventi con Castan che s'inventa assistman. Barella meno brillante del solito così come il rietrante J.Pedro. Per la Spal solita buona gara di Antenucci, l'unico pericoloso. Pessimo Viviani in mezzo al campo, così come Lazzari sulla fascia. Cionek si salva, come Kurtic.

 

Udinese-Milan: pari per che ferma momentaneamente la corsa del Milan che viene tradita dal suo portierone che dopo grandi interventi si fa beffare da un intervento maldresto di Bonucci. Per i padroni di casa tante occasioni per Lasagna e Barak sempre i più pericolosi ma anche Jankto crea qualcosa. Pezzella e Zampano male sulle fascie, M.Lopez ci prova. Per il Milan grandissimo gol di Suso da lontanissimo sotto l'incrocio, bene Kessiè e Romagnoli, non male Calhanogu. Bonucci come al solito da rivedere, ingenuo Calabria.

 

Benevento-Napoli: vittoria comunque di sofferenza per la capolista che si scontra con un Benevento in netta ripresa. Per i padroni di casa ottimi Sandro e Letizia, così come D'Alessandro che fa ammattire Hysaj sulla fascia. Guilherme fa tante cose buone. Puggioni si salva più volte anche se Djimsiti commette qualche errore di troppo. Decisivo per il Napoli il solito folletta belga che con una magia sblocca una gara complicata. Gara che stava sbloccando l'altro piccoletto italiano con un pallonetto che si stampa sul palo. Allan migliora col passare del tempo, sufficineti Albiol e Rui.

 

Lazio-Genoa: vince sorprendentemente il Genoa con un Laxalt straripante che prima gli viene annullato un gol e poi segna regolarmente il gol vittoria. Per i padroni di casa inutile il gol di Parolo che sfrutta un assist involontario di Caceres, mentre Immobile ci prova spesso senza successo. Malissimo Anderson quando entra così come Murgia, L.Alberto come al solito propositivo ma non va oltre la sufficienza. Oltre alla grande gara di Laxalt, benissimo Pandev che segna il gol dell'ex e zittisce l'Olimpico, mentre Perin è attento e blocca tutto. Benissimo anche Rossettini e Biraschi.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
06/02/2018

MATCH REPORT SERIE A VENTUNESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Analizziamo tutte le gare dell'ultima giornata con l'occhio fantacalcistico

Scritto da

MATCH REPORT 21° TURNO SERIE A

Atalanta-Napoli: vittoria importante per il Napoli che supera l'Atalanta, bestia nera della squadra azzurra. Per la squadra di Sarri decisivo il gol di Mertens che ritorna a metterla dentro dopo un lungo periodo di astinenza. Decisivo l'intervento di Reina sul tuo di Cristante ma ottima anche la gara di Albiol. Allan come al solito perfetto, Zielinski stavolta non fa nulla di straordinario. Callejon uomo assist, Insigne male. Non vince la squadra bergamasca ma la difesa regge con un Masiello superlativo, mentre stavolta Caldara contro il Napoli si fa superare troppo facilmente. Ci prova Cristante, bene anche Ilicic, Cornelius fa il possibile. Gomez invece è irriconoscibile, mentre Spinazzola non tocca mai palla. 

 

Lazio-Chievo Verona: domina la Lazio che pur senza Immobile si affida ai suoi uomini rivelazione con L.Alberto che apre le danze, Milinkovic che con una grande doppietta porta i suoi in vantaggio con due grandi gol. Nani e Bastos chiudono il match con due gol inaspettati. Leiva in mezzo fa ciò che vuole mentre la difesa è quasi perfetta con Wallace ed Immobile uniche note negative. Per il Chievo c'è il ritorno al gol di Pucciarelli con Radovanovic che gli serve un bel assist. Per il resto Sorrentino sui 5 gol può fare poco o nulla. Bani e Tomovic non benissimo, meglio di loro Cacciatore. Hetemaj sufficiente, pessimo Stepinski.

 

Hellas Verona-Crotone: vittoria importante per il Crotone in ottica salvezza, soprattutto perchè avviene contro una diretta rivale. Spreca qualche palla gol importante il Verona con Romuloa che per due volte non riesce a riaprire la gara. Zuculini come al solito rimane i suoi in 10, male Matos e Petkovic al loro esordio, sicuramente meglio Pazzini al suo ingresso, male anche Valoti. Per il Crotone ottima la gara di Ricci che con gol e assist spinge i suoi. Barberis s'inventa il gol del vantaggio, Stoian si sblocca. Benali fa un buon esordio, così come Capuano aiutato da un ottimo Ceccherini dietro.

 

Sampdoria-Fiorentina: domina la Samp con Quagliarella in uno stato di forma strabiliante che con una tripletta batte la Fiorentina. Oltre alla grande prova del buon Fabio, l'altro protagonista della gara e Ramirez che con tre assist bellissimi accompagna la sua punta verso la gloria. Gira bene tutto il centrocampo con Praet e Torreira ad impostare e Linetty a fare legna. Silvestre attento, male stavolta Kownacki. Tante, forse troppe note negative per Pioli che viene radito da un Pezzella irriconoscibile visto gli errori fatti. Eysseric sbaglia tutto sulla trequarti, così come Benassi e V.Hugo in difesa, si salva Simeone che ci prova e i due subentrati Saponara e Sanchez.

 

Bologna-Benevento: vince il Bologna anche se il Benevento ci prova ad impensierire i padroni di casa. Fondamentale la partita di capitan Verdi che con due assist spinge i suoi alla vittoria, così come è stato importante il ritorno di Dzemaili che segna al suo secondo esordio bolognese. Bene Palacio che corre tanto, segnano Destro e De Maio, Mirante attento tra i pali. Buona gara per qualche giocatore per il Benevento con Venuti che difende la prorpia porta come può, Guilherme fa vedere tante buone cose e colpisce anche un palo, pericolosi anche Viola e Coda, male Belec e Brignola.

 

Sassuolo-Torino: pari tra Sassuolo e Torino con i padroni di casa che dominano a larghi tratti la gara e hanno grosse opportunità per vincerla. Importante ma non fondamentale il gol di Obi che dopo un rimpallo in area la mette dentro e porta momentaneamente i suoi in vantaggio. Decisivi gli interventi di Sirigu e qualche buona chiusura di Burdisso, mentre Baselli fa fatica in mezzo. Iago tocca pochi palloni buoni, meglio di lui Niang che però non crea grossi problemi. Finalmente si rivede un ottimo Berardi che pareggia con un gran gol e fredda Sirigu. Goldaniga fa buona guardia dietro, con Duncan che fa tanta quantità a centro del campo. Matri e Falcinelli si divorano di tutto.

 

Udinese-Spal: pari che non fa felice nessuno anche se la Spal conquista un buon punto in casa dell'Udinese. Per i padroni di casa che passano in vantaggio con Samir che su assist di De Paul sfrutta un errore di Gomis. Entra bene Hallfredsson, stavolta male Barak e Lasagna, meglio Balic. Ancora bene il duo Floccari-Antenucci che confezionano il gol del pari con il primo che buca un ottimo Bizzarri. Buono esordio di Kurtic che con Viviani gioca una garnde partita. Bene anche Cionek, Felipe da rivedere. 

 

Cagliari-Milan: bella partita in terra sarda con il Milan che vince con Kessiè scatenato, vista la doppietta e i tanti palloni recuperati. Per il Cagliari bella gara da parte di Cragno che compie grandi interventi, male invece Ceppitelli. Ottima la gara di Cigarini e Fragò, Barrella prima sblocca la gara poi si fa cacciare fuori ingenuamente. Farias spreca un paio d'occasioni, Pavoletti fa a sportellate. Donnarumma prima sbaglia poi si riscatta, Romagnoli fondamentale, Rodriguez maldestro. A centrocampo Kessè domina ma molto bene anche la fantasia di Bonaventura e Biglia, con Kalinic in avanti che lavora tanto per la squadra.

 

Inter-Roma: parità a San Siro per Inter e Roma con Vecino che risponde al gol di El Shaarawy. Buona la gara di qualche elemento come Skriniar, Cancelo ed Icardi che è sempre il più pericoloso dei suoi, anche se a buttarla dentro stavolta è Vecino che su un assist di Brozovic pareggia il match. Male ancorsa Santon, in netta scesa Gagliardini. Oltre al Faraone, il vero protagonista della serata a Milano è Alisson che con tre-quattro parate assurde salva i suoi. Florenzi e Kolarov sufficienti, molta sicurezza per Fazio. Strootman in ripresa, Nainggolan si limita al compitino, Dzeko forse già con la testa a Londra...

 

Juventus-Genoa: riparte anche la Juve dopo la vittoria del Napoli con un gol di Costa nonostante una prova non del tutto convincente della squadra bianconera. Per gli uomini di Allegri ottima gara di Chiellini, Matuidi e Mandzukic che contribuiscono alla vittoria bianconera con chiusure e assist. Male Asamoah e Sandro sulla fascia, così come Pajnic mai pericoloso e Higuain che tocca pochi palloni.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
23/01/2018

MATCH REPORT SERIE A VENTESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Per Napoli e Juve tutto invariato, male Samp e Roma. Meglio il Milan, il Benevento sorride...

Scritto da

MATCH REPORT 20° TURNO

Chievo Verona-Udinese: pari per 1 a 1 tra il Chievo e l'Udinese con qualche rimpianto per i padroni di casa che hanno dominato a larghi tratti la gara partendo bene con un gran gol di Radovanovic sotto all'incrocio. Bene Bani piacevole sorpresa per Maran, così come Bastien e Birsa che sembra in ripresa, al contrario di Pucciarelli e Tomovic anche sfortunato. Stepinski fa tanti buoni movimenti. Prova opaca per gli uomini di Oddo dove nemmeno i giocatori migliori riescono ad incidere, come Barak o Lasagna. Widmer molto propositivo, per Bizzarri qualche buon intervento, Danilo altra sufficienza.

 

Fiorentina-Inter: gara divertente dove il pareggio è il risultato migliore per le occasioni create dalle due squadre. L'Inter passa in vantaggio col solito Icardi, sempre cinico sotto porta, mentre per il centrocampo e la restante parte dell'attacco tante insufficienze con J.Mario inguardabile, Perisic mai pericoloso mentre Valero e Gagliardini non fanno densità in mezzo. Meglio la difesa con Skriniar insuperabile, Cancelo propositivo mentre Ranocchia commete un solo errore. Handanovic ancoraa decisivo. Per la Viola sempre a segno Simeone, con Chiesa che ritrova il campo e una grande prestazione. Entrano alla grande Babacar ed Eysseric che serve l'assist vincente. Dietro bene il duo Pezzella Astori, Sportiello attento.

 

Torino-Bologna: esordio positivissimo per Mazzarri che con un netto 3-0 supera il Bologna con buone risposte dai suoi nuovi giocatori. Il migliore in campo è stato Niang che ha ritrovato il gol illudendo Pulgar e bruciando Mirante. Bene anche Baselli in mezzo con Berenguer che macina km e serve tanti palloni ai compagni. Iago ci prova spesso e alla fine trova il gol, mentre De Silvestri ha il merito di sbloccare la gara. Per il Bologna l'indiziato principale per la sconfitta è Pulgar che dopo il rigore sbagliato per la grande parata di Sirigu, perde confidenza con il pallone e regala il raddoppio al Toro, Male anche Helander e Mbaye senza dimenticare le pochissime palle gol create dal reparto offensivo con Di Francesco e Palacio mai veramente in partita.

 

Genoa-Sassuolo: vittoria importante per il Genoa che ferma un Sassuolo in gran forma. A regalare i tre punti a Ballardini ci pensa Galabinov che entra e decide il match su un bel assist di Biraschi. Lapadula spreca qualche buona occasione, mentre il giovane Brlek porta a casa la sufficienza. Spolli commette qualche errore, meglio di lui Rossettini, Perin invece compie il solito intervento illegale. Per il Sassuolo tanti errori per Acerbi che perde l'attacante del Grifone sul gol, mentre Falcinelli non è mai pericoloso, al contrario di Matri che entra e sfiora più volte il gol. Politano ci prova ma non fa male agli avversari, Missiroli uno dei pochi a crederci.

 

Napoli-Hellas Verona: vince il Napoli che dopo tante occasioni la sblocca con Koulibaly che oltre a giganteggiare dietro trova anche il quarto gol stagionale. Bene anche Albiol che stringe i denti ma gioca una buonissima partita. Assist per Rui, il solito Allan corre tantissimo, Hamsik e Jorginho si limitano al compitino. Mertens ancora a secco al contrario di Callejon che si sblocca con Insigne che continua ad inventare. Tante insufficienze per gli uomini di Pecchia che provano a limitare il Napoli ma una brutta uscita di Nicolas rovina i loro piani. Caracciolo per un po' limita i piccoletti così come Caceres. Romulo corre tanto ma con poca sostanza, meglio Bessa. In attacco Kean e Verde mai pericolosi con Pazzini che entra meglio.

 

Milan-Crotone: buon Milan contro il Crotone che vince per un gol di scarto ma poteva segnare molti gol se non fosse stato per i miracoli di Cordaz. Come al solito Suso tra i migliori per occassioni create, così come Calhanoglu che è in netta ripresa. Benissimo Calabria sulla fascia così come il duo Romagnoli e Bonucci autore del gol vittoria. In ripresa anche Kessiè e Kalinic, non perfetto Cutrone. Per il Crotone buona prestazione del portiere Cordaz che però sbaglia l'uscita decisiva per il gol decisivo, e Ceccherini che gioca una gara di grande sacrificio chiudendo spesso gli avversari. Per Mandragora solita sufficienza mentre Stoian ancora male.

 

Spal-Lazio: partita divertente quella tra Spal e Lazio che vede come protagonista principale Ciro Immobile che mette a segno un gran poker che regala i tre punti ad Inzaghi. Per i laziali grande prova per la maggior parte di loro con Milinkovic e L.Alberto che si sfidano a colpi di grandi assist, con quest'ultimo che segno un gol straordinario, mentre Basta sembra essere completamente recuperato. Bene anche De Vrij e Lukaku, così come Leiva e Parolo. Malissimo Wallace Strakosha si salva dopo qualche errore di troppo. Non basta un super Antenucci alla Spal che esce sconfitta ma con testa alta nonostante gli errori di Grassi e Salamon. Felipe sbaglia in fase di copertura, Viviani poteva riaprirla su punizione, così come Paloschi che non è cinico in area.

 

Benevento-Sampdoria: seconda vittoria consecutiva per il Benevento che adesso spera in una miracolosa salvezza ma soprattutto gioca una partita pazzesca contro la Sampdoria. A passare in vantaggio sono gli uomini di Gianpaolo con Caprari che con Ramirez e Quagliarella è tra i pochi a salvarsi. Bene anche i subentrati Linetty e Kownacki che segna il gol dell'inutile 3-2. Male la difesa con e Regini con Vivaino troppo molle. Per i padroni di casa festa grande con un Coda praticamente scatenato che corre tanto e con qualità colpendo un palo, una traversa ma sopratutto mette a segno ben due gol, il primo con un tiro a giro il secondo da punizione. A decidere il match è il talismano Brignola ma D'Alessandro è tra i più determinanti dei suoi. Bene Lucioni e Venuti in difesa così come Memushaj e Viola in mezzo.

 

Roma-Atalanta: in quattro giorni la De del Gasp batte prima il Napoli e poi la Roma, entrambe le volte fuori casa mostrando di essere in gran forma. Cornelius e De Roon sono i protagonisti della gara con il primo che s'inventa un gran gol, il secondo raddoppia per poi essere espulso nella ripresa. Gomez fa quello che vuole sulla fascia, Freuler gestisce bene ogni pallone. Toli e Caldara un muro, Masiello salva sulla linea due volte. Per la Roma l'unica risposta positiva è il ritorno al gol di Dzeko mentre la gara di Strootman e Gonalons fa rimpiangere Nainggolan. Male stavolta anche Florenzi e Fazio. El Shaarawy l'unico a provarci.

 

Cagliari-Juventus: tante polemiche e tante occasioni ma alla fine la vince la Juve la gara in terra sarda con il gol di Bernardeschi, autore poco dopo di un episodio molto discutibile. Per il Cagliari tante buone risposte da oarte del solito Pavoletti che mette in difficoltà spesso la difesa della Juve e Szczesny. Bene Ceppitelli e Romagna, così come Ionita e Barella in mezzo e Faragò sulla fascia con Farias che spreca. Per i biancneri decisive le parate del portiere polacco con Benatia stolta poco reattivo meglio di lui Brazagli. Costa decisivo col suo ingresso, male Pjanic e Khedira, così come Higuain in avanti con Dyabala che prova ad inventare senza successo.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
08/01/2018

MATCH REPORT SERIE A QUATTORDICESIMA GIORNATA FANTACALCIO

Continua la rincorsa delle big con le romane che si fermano, giù invece non si muove nulla

Scritto da

MATCH REPORT 14° TURNO

Bologna-Sampdoria: vince a sorpresa il Bologna dominando la Samp e ben 45 minuti rimane in 10 per l'espulsione di Torosidis. Verdi apre le marcature per i suoi risultando sempre più decisivo per i suoi, poi Mbaye stacca alla grande di testa su angolo e raddoppia mentre Okwonkwo chiude ancora una volta il match nel finale. Bene come al solito Palacio sempre in mezzo alle azioni pericolose, Destro ci prova ma non segna, Poli gestisce bene ogni pallone così come De Maio che non fa passare mai Zapata. Proprio quest'ultimo con Ramirez e Verre è tra i peggiori in campo, visto che nessuno di loro riesce mai a superare l'uomo o creare superiorità a centrocampo. Silvestre prova a tenere la barca a galla, Murru si fa superare troppo facilmente, Torreira come al solito corretto in mezzo ma stavolta non si esalta.

 

Chievo Verona-Spal: vince il Chievo in rimonta con uno scatenato Inglese che ribalta tutto. Parte bene la Spal con l'autogol di Cesar che beffa i suoi. Bene l'ex di lusso Paloschi che si scatena anche nei dribbling e anche Gomis è bravo con qualche buon intervento ma gli errori portano ai gol avversari e Bonazzoli spreca un paio di buone occasioni davanti alla porta, mentre Grassi per qualche pallone di troppo. Per Maran oltre alla grandissima prova della sua punta buonissime risposte da un miracoloso Sorrentino mentre Rigoni deve ancora riacquistare minutaggio. Birsa prova ad inventare, Bastien più attento del solito, Tomovic chiude molto bene dietro mostrando più sicurezza rispetto a quando vestiva la maglia viola.

 

Sassuolo-Hellas Verona: torna a vincere l'Hellas di Pecchia che inguaia il Sassuolo e fa cacciare Bucchi dalla sua panchina. Ancora una volta troppo poco Sassuolo con Berardi che non riesce mai ad incidere sbagliando cose più semplici, male anche Matri che tocca pochi palloni. Acerbi non si allinea mai con la difesa, Gazzola spinge poco, Politano come al solito l'unico a provarci con Consigli che evita l'imbarcata più di una volta. Per l'altra squadra di Verona tre punti fondamentali con i gol di Zuculini e Verde che sta vivendo un gran momento. Heurtaux troppo ingenuo rischia di riaprire la gara con l'espulsione. Romulo inventa e lancia per il raddoppio. Caceres stavolta più attento sui palloni alti, Nicolas non ha grossi problemi dietro.

 

Cagliari-Inter: altri tre punti per l'Inter altri gol per Icardi contro un buon Cagliari. Per la squadra di Lopez tante buone risposte con Pavoletti che oltre al gol è tra i migliori per occasioni create e per come occupa l'area di rigore. J.Pedro poteva fare di più, Padoin troppo attendista. Benissimo i giovani Romagna, Barella e Faragò con quest'ultimo non proprio attento sul terzo gol degli avversari per reattività ma crossa che è una bellezza. Per Spalletti tanti sorrisi con il solito Maurito trascinato e il ritrovato Brozovoc che entra e segna, mandando messaggi importanti. Candreva crossa tanto e alla fine ci mette lo zampino, così come Perisic ancora sotto tono. Miranda ingenuo per l'ammonizione, Santon non delude, Gagliardini ancora meglio di Vecino con Valerio sempre cervello della squadra.

 

Milan-Torino: pari a reti inviolate grazie ai due portieri con gli allenatori che si disperano, Montella su tutti visto l'esonero dalla panchina rossonera. Per il Milan tante occasioni con Kalinic che spreca tantissimo, A.Silva e Suso meno preciso del solito. Bonucci dietro stavolta fa buona guardia con Montolivo sempre preciso e attendo in mediana. Calhanoglu e Cutrone illudono solo San Siro con qualche buona giocata. Ancora a secco Belotti a causa di un super Donnarumma, che risponde ad un Sirigu issuperabile in tutto i sensi. Iago entra ma viene fermato sempre dal portiere rossonero, Niang e Ljajic mai in partita, Ansaldi e Obi quelli che spingono di più con Burdisso che ormai sembra essere il titolare per esperienza.

 

Genoa-Roma: pari ingenuo per la Roma che inguamente regala un rigore al Genoa. I padroni di casa acciuffano un punto dagli 11 metri con Lapadula, che prima viene colpito da De Rossi e poi trasforma dal dischetto. Taarabt un po' lezioso, Rigoni corre per due, così come Bertolacci che gioca tanti palloni. Spolli e Zukanovic fanno buona guardia dietro con Perin che però è costretto al solito miracolo. Stavolta non basta un gol di El Shaarawy che segna su un gran cross di Florenzi. Kolarov sempre attento, male stramente Perotti e Nainggolan. Defrel entra bene, meglio di Dzeko, De Rossi inguaia i suoi con un brutto gesto, J.Jesus decisivo.

 

Udinese-Napoli: vince di sofferenza il Napoli contro una buona Udinese, la prima di Oddo. Per gli uomini di Sarri è decisivo il gol di Jorginho che dal dischetto prima fallisce e poi sulla ribattuta esulta. Maggio implacabile sulla fascia destra, Koulibaly sempre attento, male ancora Hamsik. Prestazione opaca per tutto il tridente con Mertens che non trova mai la palla, meglio Insigne di lui. Tante risposte positive per il neo tecnico Oddo che trova una difesa attenta con Danilo e Samir che sono molto compatti. Angella non benissimo, Barak ci prova spesso e fa paura, Balic gestisce bene tanti palloni, Fofana e De Paul non incidono. Perica fa a sportellate ma è troppo isolato in avanti.

 

Lazio-Fiorentina: pari amaro per Inzaghi che si vede sfumare la vittoria nel finale per un tigore molto dubbio concesso alla Viola. Per la squadra romana buona gara dei soliti Strakosha che para quasi tutto e L.Alberto un vero fenomeno sulla trequarti e dai piazzati. Proprio da una situazione da fermo che nasce il gol di De Vrij sempre pericoloso in queste circostanze. Bastos attento, Leiva tocca tanti palloni, Immobile stavolta non incide, Caicedo entra e rovina i suoi. Sorride invece Pioli CBR vede una buona Fiorentina con Babacar che nel finale segna dal dischetto. Bene Pezzella dietro che con personalità guida i suoi mentre Biraghi non è sempre perfetto. Chiesa ancora ispirato sulla fascia, Thereau ancora non al top, Simeone si muove tanto. Veretout corre per due mentre Benassi spesso si fa superare.

 

Juventus-Crotone: vince la Juve e lo fa senza subire gol con i gol di Mandzukic che torna a fare la punta, De Sciglio il primo in carriera e Benatia tra i migliori nelle ultime uscite. Questi tre tra i protagonisti del match con Matuidi che corre tanto ed è spesso pericoloso, Barzagli si trasforma in uomo assist e Howedes da fisicità dietro. Bene Marchisio in mezzo, Costa sempre reattivo, Dybala ancora sottotono. Resiste un tempo la squadra di Nicola con la Vecchia Signora, con Cordaz incolpevole sui gol, Ajeti che si fa sorprendere sul colpo di testa di Mandzukic, meglio di lui Ceccherini. Mandragora perde qualche pallone di troppo con Berberis più attento. Budimir ci prova con scarsi risultati, molto peggio Tonev.

 

Atalanta-Benevento: vince di misura l'Atalanta con il solito gol di Cristante che ormai trascina la squadra a suon di reti. Oltre al centrocampista goleador anche Gomez gioca una buona gara con tante iniziative. Berisha salva un paio di volte il risultato, Caldara fa buona guardia con Hateboer non brillantissimo. Ilicic serve un assist ma ci si aspettava qualcosina in più, così come Cornelius che non è mai pericoloso. Altra sconfitta per De Zerbi che nonostante qualche buona risposta deve fare qualcosa in più. Djmsiti dietro molto bene così come Del Pinto in mezzo al campo. Armenteros ci prova con caparbietà ma non centra io bersaglio grosso. D'Alessandro non perfetto.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
28/11/2017

MATCH REPORT SERIE A TREDICESIMA GIORNATA FANTACALCIO

La Juve cade ancora mentre non mollano le altre big, così come la Roma che vince anche il derby

Scritto da

MATCH REPORT 13° TURNO

Roma-Lazio: Roma di colora di giallorosso con la squadra di Di Francesco che batte la Lazio e sogna in grande con Perotti e Nainggolan. Buonissima la prestazione dei due marcatori che saltano sempre il centrocampo e arrivano troppo spesa in area di rigore. Spinge tanto Kolarov, De Rossi aggressivo, El Shaarawy può fare di meglio così come Dzeko. Manolas ingenuo sul rigore che può riaprire il match dopo il gol di Immobile sempre freddo dagli undici metri. Milinkovic lotta così come De Vrij. Bene Parolo che ha mille polmoni, Leiva fa buon possesso ma non pressa tanto. Bastos ingenuo in area di rigore. Strakosha si esalta più volte, Nani entra bene ma non basta.

 

Napoli-Milan: vince il Napoli, segna Insigne e Sarri esulta. Prestazione convincente per gli azzurri che però sembrano ancora un po' appannati con Insigne grande trascinatore con un gol e un palo in fuorigioco oltre le tante giocate. Sorpresa Mario Rui che con qualità e spinta viene promosso, così come Koulibaly un muro. Non benissimo Jorginho rispetto la gara di San Siro e Mertens nonostante un assist magico. Per il Milan oltre al gol si salva Romagnoli con una buonissima gara dove neutralizza Callejon, non male nemmeno Montolivo e Locatelli per personalità. Donnarumma si supera su Mertens, Kalinic e Suso mai veramente pericolosi, meglio A.Silva che però non la mette dentro.

 

Crotone-Genoa: torna Ballardini e il Genoa torna a vincere con un gol di Rigoni, battendo un Crotone in buona forma. Prestazione opaca per i padroni di casa dove l'unico a salvarsi e Cordaz che compie come al solito degli ottimi interventi tra i pali. Malissimo Martella, un po' meglio Mandragora che salva la faccia. Non sono mai pericolosi Trotta e Budimir, stesso discorso per Nalini. Continua l'altalenante campionato di Rigoni che stavolta gioca una buonissima gara, supportato anche da Pandev e Taarabt in grande spolvero. Laxalt e Bertolacci ristabiliscono le gerarchie in mezzo, dietro buone risposte da Spolli e Rosi.

 

Benevento-Sassuolo: sfuma ancora una volta il primo punto del Benevento in A nei minuti di recupero e Bucchi tiene ancora salda la sua panchina. Inutile il primo gol nel nostro campionato di Armenteros che sfrutta un tiro-crossi di Ciciretti per mettere il pallone in rete. Bene Antei e Cataldi, mentre gli errori di Brignoli e Costa sono decisivi per il risultato finale, così come l'espulsione di Letizia. Decisiva per il Sassuolo la zuccata di Peluso nel finale che gela il Benevento e rendendo meno amara la giornata di Berardi che colpisce la traversa dagli undici metri sul 1 a 1. Bene come al solito Politano e Consigli, assist per Missiroli, gol di Matri e gara soddisfacente anche per Acerbi.

 

Sampdoria-Juventus: fa 6 su 6 la Samp con una buona prestazione anche se la Juve spreca molto. Per gli uomini di Gianpaolo ottime le prove di Viviano che salva i suoi su Cuadrado. Bene i centrali Silvestri e Ferrari autore di uno dei gol. Linetty aggressivo, Torreira un metronomo che chiude il match, mentre Quagliarella e Zapata sono micidiali col colombiano ancora in gol. Tanto rammarico per la Juve viste anche le prestazioni di Szczesny, Lichtsteiner e Bernardeschi i peggiori in campo. Male anche Khedira che si addormenta sul gol subito. Higuain l'unico a provarci davvero, Dybala e Costa entrano troppo tardi, Pjanic carismatico.

 

Spal-Fiorentina: pari tra la Spal di Paloschi e la Viola di Chiesa. Il primo regala un altro punto ai suoi rischiando anche di raddoppiare, anche perché è costretto a fare tutto da solo con Borriello ancora giù. Schiatta della fortunato e bravo sui contrasti, Felipe attento dietro, Gomis para il parabile. Lazzarri corre tanto ma non concretizza, sufficiente anche Mattiello. Per gli uomini di Pioli tante bocciature per Astori poco reattivo, Gil Dias senza fantasia e Olivera sempre impreciso. Chiesa trascina letteralmente i suoi al pari con una grande prova supportato solo da Simeone autore di un assist importante.

 

Torino-Chievo Verona: pari tra due squadre un po' affaticate ma che potevano sempre far male. Parte forte il Chievo con il gol di Hetemaj, che sfrutta l'errore di una difesa non perfetta. Castro esce per infortunio ma il centrocampo regge con Bastien che entra bene. Meno nel gioco invece Birsa ed Inglese che però fanno tanto sacrificio per la squadra. Ingenuo Gobbi su Belotti ma regala attimi di gloria per Sorrentino decisivo sul Gallo dagli 11 metri. Proprio il numero 9 del Toro è il peggiore in campo per il rigore e l'atteggiamento in campo. Iago spara sulla traversa da buona posizione, Baselli salva la faccia, ancora positivo Obi. Ljajic troppo poco incisivo, Ansaldi spinge molto mentre Sirigu a qualche responsabilità sul gol.

 

Udinese-Cagliari: torna titolare J.Pedro e il Cagliari trova altri tre punti, sfruttando anche un errore della difesa bianconera. La squadra di Del Neri ci prova per tutta la gara ma una buona prestazione non salva il tecnico dall'esonero, nonostante i tentativi di Barak, Widmer e De Paul. Bizzarri fa il bello e il cattivo tempo, con grandi interventi e poi prima sbaglia l'uscita sul gol e poi si fa espellere lasciando Samir in porta. Lopez si affida ai tanti giovani ottimi del Cagliari, ovvero Barrella e Faragò che macinano km abbinando alla corsa tanata qualità. Pavoletti ci prova ma non punisce, J.Pedro ritrova il sorriso, Rafael ancora decisivo tra i pali. Sufficiente pure Padoin.

 

Inter-Atalanta: vince ancora con sostanza l'Inter con le reti del solito Maurito che fa 13 in campionato. Tutte risposte positive per Spalletti con Handa sempre attento, Skriniar un muro e D'Ambrosio instancabile sulla fascia. Gagliardini giganteggia in mezzo, Candreva serve tanti palloni in area e Icardi punisce per due volte. Un po' in affanno Vecino e Perisic. Gasperini deve riprendere in mano una squadra stanca e priva di idee con Gomez che non entra mai in partita, Petagna non punisce in avanti con Toloi che sbaglia praticamente tutto. Berisha con qualche buon intervento salva i suoi dalla figuraccia. Orsolini entra bene in campo.

 

Hellas Verona-Bologna: torna a sorridere Donadoni che ritrova i tre punti grazie a Destro, Okwonkwo e il gol della definitiva rimonta di Donsah. Per i bolognesi buone risposte dai tre marcatori con Destro che rivede il gol dopo una vita e Palacio che con un assist risulta decisivo alla squadra. Male Masina in difesa, Helander di testa dorma mentre Verdi si limita al compitino. Inutili i gol di Caceres e Cerci anche lui al gol dopo un'eternità, bene anche Verde e Romulo che sulla loro corsia macinano km e servono palloni interessanti in mezzo. Fares sufficiente, male Buchel e Pazzini

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
22/11/2017

Si fermano Napoli ed Inter, ora Juve e Roma sorridono, bene anche il Milan e Crotone per la salvezza

Scritto da

MATCH REPORT 12° TURNO

Bologna-Crotone: vince ancora sorprendentemente il Crotone che batte un Bologna che adesso è veramente in crisi nonostante le magie di Verdi, spente dai gol di Budmir e Trotta. Per i padroni di casa infatti non è bastata la doppia punizione, prima di sinistro e poi di destro per portare a casa punti,  anche perché in avanti si è creato poco con Palacio e Di Francesco. Masina commette errori decisivi per la sconfitta, Poli tra i pochi a salvarsi, al contrario di Helander e Krafth. Si riprende finalmente Budimir che fa doppietta e trova continuità sotto porta, così come Trotta anche lui a segno e autore di un altra buonissima prova. Brillano anche Nalini e Rohden da esterni e Ceccherini da centrale. Mandragora si limita al compitino, mentre Pavlovic sembra aver superato Martella nelle geraechie per come sta giocando.

 

Sampdoria-Genoa: Genova ormai è blucerchiata, visto che oltre al grande campionato della squadra di Gianpaolo, la Samp domina anche il derby. Protagonisti della vittoria il terzetto offensivo composto da Ramirez-Quagliarella-Zapata, con i primi due a segno e l'ex Napoli assist man su entrambe le reti. Silvestre e Ferrari un muro dietro, così come Viviano tra i pali. Centrocampo come al solito brillantissimo con i giovani Praet, Linetty e Torreira. Poca cosa invece il Genoa con Juric che saluta ancora i suoi giocatori per fare spazio a Ballardini sulla panchina del Grifone. Malissimo come al solito Rossettini e Rigoni che è troppo altalenante in questa stagione. Lapadula e Taarabt tra gli unici a provarci in zona pericolosa mentre Izzo e Rosi provano a tenere la barca a galla. Lazovic entra ma non incide.

 

Inter-Torino: con un San Siro delle grandi occasioni l'Inter non va oltre al pari con un grande Torino che fa tremare i neroazzurri. Per i padroni di casa si esaltano i solito Skriniar e Vecino col primo che ferma quasi tutti mentre il secondo quasi spacca la porta nel finale. Icardi salva la sua prova con l'assist vincente per il gol di Eder, appena entrato, mentre sono apparsi sotto tono Perisic e Valero. Bene Candreva. Per il Toro nonostante un Gallo non ancora in formissima non si smentisce mai Iago che nelle situazioni più dure si scatena. Dietro bene Ansaldi in fase di spinta e N'Koulou  nel chiudere. Ljajic meno ispirato del solito, Rincon fa tanta legna in campo e Sirigu è decisivo con le sue parate.

 

Chievo Verona-Napoli: pari a reti inviolate per il Napoli che adesso sente la pressione degli avversari, dovuto anche alla grande difesa del Chievo che ritrova solidità. Per i padroni di casa benissimo Gamberini, che sfiora anche il gol, e Gobbi che tiene a bada i tagli di Callejon. Radovanovic fa da scudo e prova anche il tiro da fuori, visto che Birsa è chiuso. Inglese fa reparto da solo e lo fa benissimo, Castro sufficiente. Per il Napoli Insigne è l'unico a provarci visto che Mertens non si vede mai. Zielinski ci prova, Jorginho chiuso, Mario Rui molto aggressivo ma non incide. Ounas entra bene. Albiol sempre attento. Da sottolineare l'esordio di Sepe in questo campionato dove ha messo in mostra ottimi piedi.

 

Juventus-Benevento: solo un po' di paura per la Juve che va sotto dopo la rete di Ciciretti che sfrutta l'errore di Szczesny nel posizionare la barriera. A riorendere la gara e a dare la scossa ci pensa Higuain che ormai ha ritrova il feeling col gol, mentre per la rimonta dinale c'è il gol FI Cuadrado. In fiducia De Sciglio e Marchisio che torna con una buona gara. Ci si aspettava molto di più da Costa e Dybala, così come Szczesny che non posiziona di certo bene la barriera. Non basta quindi una prova buona per Ciciretti e compagni per portare punti a casa, anche se il sogno stava per realizzarsi. Non sono bastate nemmeno i miracoli di Brignoli, buona scoperta. A centrocampo tutti bene con Cataldi il migliore, mente in avanti Armenteros tocca pochi palloni. Antei abbastanza attento Di Chiara responsabilità dei gol.

 

Cagliari-Hellas Verona: vittoria importante per Lopez in uno scontro diretto contro l'Hellas, grazie al gol di Ceppitelli e Faragò che sta giocando un ottimo campionato. Oltre alle giocate del giovane esterno, buone risposte da parte di Romagna in fase di copertura e di Barella sempre perfetto in mezzo al campo. Sau in ripresa rispetto alle altre partite ma non batte il penalty sbagliato poi da Cigarini, che si fa neutralizzare da Nicolas, il migliore dei suoi visto i buoni interventi. Zuculini oltre al gol prova a scuotere i suoi, ma le gare di Faresti e Souprayen la cosa si complica per tutti. Male anche Caceres e Pazzini che potrebbe caricarsi la squadra sulle spalle. Anche Cerci non va oltre alle solite giocate.

 

Fiorentina-Roma: vince la Roma contro una buona Fiorentina, che con Veretout e Simeone prova a fermare i giallorossi ma visti gli errori di Gaspar e Biraghi la cosa si complica molto. Per Pioli da rivedere il reparto arretrato con Pezzella unico a salvarsi, mentre a centrocampo Badelj è inguardabile molto meglio Benassi, Chiesa e Gli Dias funzionano bene. Punto importanti per la squadra della capitale che scopre un Gerson scatenato che con la doppietta si mostra a Di Francesco che l'aveva dato fiducia. In rete anche Perotti in buon momento mentre Gobalons perde molti palloni. Manolas segna e chiude, Nainggolan imposta e fa segnare, Dzeko ancora a secco mentre El Shaarawy stavolta non sfonda.

 

Atalanta-Spal: pari dopo la fatica europea per l'Atalanta che non va oltre all'1-1 con la Spal. Non basta quindi un gol di Cristante che si rialza dopo l'errore dal dischetto, mentre il suo compagno Freuler stavolta viene espulso dopo una gara non alla sua altezza. Malissimo Petagna che non è mai pericoloso mentre Gomez si limita al compitino. Berisha con un paio di miracoli salva i suoi, Spinazzola non spinge come al solito. Toloi meno concentrato ma serve un altro assist. Entra e salva i suoi Rizzo con un bel gol che regala un punto a Semplici, merito anche di Antenucci che serve un altro assist vincente. Paloschi ormai è un titolare, così come Viviano che imposta bene in mezzo. Applausi anche per Salamon e Mattiello.

 

Sassuolo-Milan: vince il Milan la gara tra le deluse e rialza un po' la sua classifica con il gol del solito Suso e Romagnoli. Per Bucchi ormai sembrano poche le ore sulla panchina del Sassuolo visto che anche contro il Milan non si è vista una buona squadra, con Consigli che non può che limitare i danni, Cannavaro tra i pochi a salvarsi, Acerbi che sbaglia tutto e Politano unica nota positiva per caparbietà. Male anche Falcinelli. Per il Milan risposte interessante per Romagnoli e Bonucci col primo in gol e il secondo in ripresa. Bene anche Zapata, così come Kessiè e Locatelli. Suso fa la differenza con Borini instancabile. Male ancora una volta Kalinic.

Approfondimento Pianeta Magazine : MATCH REPORT : ANALISI POST-GARA IN CHIAVE FANTACALCISTICA | PianetaFantacalcio.it | Pianeta Sos
07/11/2017

pianeta news
28/04/18 ore: 18.00 ROMA CHIEVO -
28/04/18 ore: 20.45 INTER JUVENTUS -
29/04/18 ore: 12.30 CROTONE SASSUOLO -
29/04/18 ore: 15.00 SAMPDORIA CAGLIARI -
29/04/18 ore: 15.00 ATALANTA GENOA -
29/04/18 ore: 15.00 BOLOGNA MILAN -
29/04/18 ore: 15.00 VERONA SPAL -
29/04/18 ore: 15.00 BENEVENTO UDINESE -
29/04/18 ore: 18.00 FIORENTINA NAPOLI -
29/04/18 ore: 20.45 TORINO LAZIO -
5/05/18 ore: 18.00 MILAN VERONA -
5/05/18 ore: 20.45 JUVENTUS BOLOGNA -
6/05/18 ore: 12.30 UDINESE INTER -
6/05/18 ore: 15.00 LAZIO ATALANTA -
6/05/18 ore: 15.00 SPAL BENEVENTO -
6/05/18 ore: 15.00 CHIEVO CROTONE -
6/05/18 ore: 15.00 GENOA FIORENTINA -
6/05/18 ore: 15.00 NAPOLI TORINO -
6/05/18 ore: 18.00 SASSUOLO SAMPDORIA -
6/05/18 ore: 20.45 CAGLIARI ROMA -

© 2003 - 2018 PianetaFantacalcio.it - Tutti i diritti riservati - Fantacalcio è un marchio registrato da Quadronica s.r.l
Cookies -       Privacy